image13

 Questa sezione raccoglie i libri e le opere, di trattazioni e argomenti diversi, elaborati dai membri di Doctis Ardua

image14

LA CARICA DI BALAKLAVA

di Daniele Cellamare


Anno edizione: 2020


Questa è la storia della leggendaria carica di cavalleria avvenuta a Balaklava il 25 Ottobre 1854. Sventurati protagonisti di questa epica pagina di storia militare furono gli uomini della brigata leggera della cavalleria britannica: mandati incontro a morte certa a causa di un errore umano, diedero prova di eroismo senza pari lanciandosi al galoppo contro le bocche dei cannoni delle possenti batterie russe dislocate lungo quella che diventerà famosa come Valle della Morte. Fra i valorosi del 17° reggimento Lancieri di Sua Maestà, gli uomini della morte o della Gloria, c'è George Dillon, un giovane contadino irlandese dal drammatico passato. Arrestato insieme al suo amico Thomas per aver partecipato alla rivolta scoppiata in seguito alla Grande Carestia del 1845 e recluso nel terrificante carcere di Kilmainham a Dublino, viene liberato al prezzo di una divisa da cavalleggero inglese e un ingaggio nella guerra di Crimea. Laggiù George ritroverà la sua amata Janet, infermiera nell'ospedale militare, che gli darà la forza di continuare. Ma i suoi fantasmi continueranno ad aleggiare anche nella desolata piana di Balaklava, fino al giorno della resa dei conti.


image15

CEDRI E ULIVI NEL GIARDINO DEL MEDITARRANEO. STORIA DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE ITALO-LIBANESI TRA

di A. Roberta La Fortezza

Anno edizione: 2020

Viene qui inquadrata storicamente la formazione e la nascita dell'attuale Libano, dagli anni del dominio ottomano allo sviluppo del processo indipendentista dalla potenza mandataria francese. Dopo lo spartiacque del fascismo e della IIGM, hanno inizio le relazioni diplomatiche ufficiali italo-libanesi: dalla seconda metà del 1945 e sempre con maggiore vigore dal 1946 si registra, infatti, un corposo scambio di rapporti, note e considerazioni tra i due paesi. La special relationship che emerge tra Roma e Beirut trova emblematica rappresentazione nella firma nel 1949 di un trattato di amicizia che appare come una sorta di caso apripista per la ritrovata autonomia della politica estera italiana, liberatasi ormai dal "fardello coloniale". Con l'inizio degli anni '50 l'amicizia tra questi due paesi verrà ad essere declinata nell'ambito dello sviluppo delle relazioni bipolari e delle diverse dinamiche che si sviluppano all'interno del mondo arabo e tra questo e le due superpotenze. Prefazione di Luca Riccardi.



image16

AI LATI DELLA FERROVIA

di Vlora Muca

Anno di edizione: 2016

Una raccolta di poesie scritte da una giovane ragazza che vive ai lati di una ferrovia. Una forte emozione, un’esperienza toccante, la storia di qualcuno udita di sfuggita, una gioia incontenibile, da tutto ciò nascono queste poesie. Sono volutamente irregolari e non rispettano le convenzionali regole di metrica, al fine di mantenere intatta la sincera radice che le collega con la realtà dell’emozione provata. Sono comprensibili a chi vive intensamente ogni sensazione, a chi ancora si concede di vivere con un’anima bambina, con l’autenticità dei sentimenti e l’onestà verso se stessi. Mantenere viva la propria sensibilità, è questo che ha partorito ognuno di questi versi, anomali, atipici, scorretti, non conformi, aritmici, ma sempre veri. “Prima di scrivere, non so neanche io cosa scriverò, mi sento curiosa, come fossi il lettore di me stessa”. 

image17

LA CORSA ALL'ARTICO

di Domenico Letizia

Anno di edizione: 2019

La centralità di nuove politiche ecologiche e le nuove proposte lanciate della blue economy per le nostra crescita globale pone al centro dell’attenzione internazionale il tema delle acque, della ricchezza del mare e della fragilità dell’ecosistema artico, che risulta sempre più in pericolo. Per sopravvivere necessitiamo dell’Artico e del più grande serbatoio d’acqua al mondo.